Concerto “Viaggio musicale nella Grande Guerra”

2016-6-1-viaggio-musicale-nella-G.G-a
 

L’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra sez. di Parma ha collaborato e patrocinato l’evento-concerto del Conservatorio “Boito” di Parma, “Viaggio musicale nella Grande Guerra” nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

Il Concerto ha avuto luogo nella splendida cornice dell’Auditorium del Carmine alle ore 17.30 di sabato 19 marzo 2016.

La Presidente Zobeide Spocci a seguito contatti con il M.o Saba Docente del Conservatorio “A. Boito” di Parma, presentò questo progetto-concerto al Consiglio Direttivo di sezione. Considerata la valenza e l’impatto sul territorio, il Consiglio approvò con entusiasmo il patrocinio di questo progetto.

Il concerto fa luce su un repertorio di canti la cui produzione è legata all’imponente macchina di propaganda che, in tutte le nazioni europee, fu messa in moto per rafforzare coesione e consenso sociale in un momento di atroci scontri al fronte e profonde crisi interne. A questi canti, provenienti dalla tradizione colta, si sono affiancate le melodie anonime, ma non per questo meno significative. Questo è un programma dai cangianti toni sul filo dell’eroismo declamato, della sconsolata nostalgia, della disillusione e della tragica realtà della guerra.

2016-6-1-viaggio-musicale-nella-G.G

I canti dell’Altopiano, i canti di trincea più conosciuti della nostra tradizione, sono stati arrangiati in Suite per Wind Band da Michele Grassani, che ha diretto la compagine musicale in quella che è stata la prova finale del suo Diploma Accademico di I livello in Strumentazione e Direzione d’Orchestra di fiati (docente Andrea Saba).

Filo rosso del viaggio è stata la voce del giornalista e scrittore Pino Agnetti, che con parole e immagini ha fatto rivivere la storia di Parma e dei Parmensi negli anni della Grande Guerra. I destini e il sentire di tanti uomini di ogni parte d’Europa e della nostra terra sono sembrati più che mai legati indissolubilmente gli uni agli altri.

Il Concerto è stato aperto al pubblico con ingresso libero.